A Oristano, dal 5 al 7 dicembre, prima edizione del FestivalScienza, con laboratori, conferenze, spettacoli, mostre e cafè letterari

Parte ad Oristano la prima edizione del FestivalScienza. A organizzarlo, insieme all’associazione ScienzaSocietàScienza di Cagliari, che da nove anni promuove il FestivalScienza di Cagliari, quattro delle istituzioni cittadine e del territorio circostante che operano nell’ambito della ricerca scientifica e dell’alta formazione universitaria: il Consorzio UNO con la collaborazione delle Università di Cagliari e Sassari, la Fondazione IMC di Torregrande, l’Istituto per l’Ambiente Marino Costiero IAMC-CNR di Torregrande e l’Area Marina Protetta del Sinis. L’obiettivo è quello di avvicinare giovani e meno giovani ai temi scientifici e alla conoscenza del lavoro e delle attività delle istituzioni che a Oristano conducono attività di ricerca scientifica e di alta formazione.
Questa prima edizione, dal titolo “La Scienza che unisce i popoli”, così come l’edizione cagliaritana, si terrà dal 5 al 7 dicembre in diverse location della città che ospiteranno un intenso programma di conferenze, laboratori, mostre e attività per i più piccoli (vedi programma e info al sito: http://www.festivalscienzaor.it/).. In particolare, la serata inaugurale, prevista per lunedì 5 dicembre alle ore 18 al Chiostro del Carmine, prevede una conferenza di Egidio Trainito, fotografo, naturalista, giornalista, collaboratore della trasmissione Linea Blu e l’inaugurazione di due mostre fotografiche allestite nei locali della sede universitaria cittadina. Nelle giornate del 6 e del 7 dicembre la mattina si terranno una serie di sessioni di laboratorio all’International Marine Centre di Torregrande, riservate alle scuole e condotte dai ricercatori delle quattro istituzioni organizzatrici con l’aiuto di giovani apprendisti tecnici di laboratorio provenienti dalle scuole secondarie della città e il pomeriggio una serie di conferenze al Chiostro del Carmine, tenute da ricercatori delle istituzioni organizzatrici e dai docenti universitari impegnati nella sede universitaria gestita dal Consorzio UNO.
Anche l’UNLA, nelle mattine del 6 e 7, aprirà i suoi spazi alle letture di libri per ragazzi dedicati alle scienze matematiche, presentati dall’autrice Irene Venturi in collaborazione con la libreria Mondadori di Oristano.
La sera del 6 dicembre spazio alla conferenza – spettacolo dedicata ai legumi, accompagnata da un live cooking show dello chef Alberto Sanna e da una degustazione, con la collaborazione di alcune aziende produttrici del territorio.
Il pomeriggio del 7 dicembre, invece, nella sede dell’UNLA, uno spettacolo organizzato da OSVIC e Italia Nostra e intitolato Pianeta in vendita, interpretato da alcuni studenti delle scuole cittadine aderenti ad un progetto sul problema dei rifiuti plastici.
La manifestazione si concluderà con una conferenza, coordinata dal giovane ricercatore dell’Università di Cagliari Paolo Zucca, dedicata ad un tema attualissimo: Quasi quasi … mi vaccino!!!
In tutte le serate del festival non mancherà un ricco dopofestival con drink e cene a tema “scientifico”, organizzate da alcuni locali del centro (Librid, DrimCafé e birreria Brix) alternate a mostre fotografiche e artistiche nei locali Librid e Chiostro del Carmine.

In conclusione, questi i numeri del FestivalScienza: 13 laboratori scientifici, al mattino nella sede IMC di Torregrande, 19 conferenze, al pomeriggio nelle aule della sede Universitaria di Oristano, presentate da 24 relatori, 3 mostre e 2 spettacoli. Buona scienza a tutti!!

Pieghevole

Programma

Iscriviti alla nostra Newsletter